Auschwitz è ancora possibile?

Pietro Piro - Auschwitz è ancora possibile?In libreria da oggi, per i tipi di Cultura e dintorni Editore nella Collana “Saggi Pensiero e Società”, il saggio di Pietro Piro “Auschwitz è ancora possibile? Temi e argomenti per un pensare civile”, imponente quanto importante e interessante compendio di studi, analisi, approfondimenti e critiche su uno degli eventi che più orrendamente e tragicamente hanno indelebilmente segnato il Novecento, il tragico “secolo breve”. Un indispensabile contributo alla comprensione e alla memoria orgogliosamente e doverosamente dato alle stampe da Cultura e dintorni Editore.

Questa voce è stata pubblicata in Cultura e dintorni Editore e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Auschwitz è ancora possibile?

  1. Marilena scrive:

    L’olocausto è stato il risultato di un pensiero, di un’idea.
    Nella storia ci sono state tante Auschwitz e ce ne sono purtroppo anche oggi, basta solo leggere le notizie per renderci conto di quante siano.

    • Luca Carbonara scrive:

      Già, proprio così. E di una pianificazione. Non bisogna mai dimenticare quella che è stata l’evoluzione di quel “pensiero”, le connivenze di cui ha goduto per tanto tempo, l’assordante colpevole silenzio che ha accompagnato il crimine più orrendo compiuto contro gli uomini e l’Umanità intera… E quello di oggi è un mondo non meno violento e non meno a rischio purtroppo
      Luca Carbonara

    • Luca Carbonara scrive:

      Purtroppo è così. E non si deve mai dimenticare di come fu scientificamente pianificato e di come poté godere di collusioni e complicità. Primo Levi ricordava e ammoniva sempre su come una simile barbarie in quanto avvenuta potesse ripetersi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>