La prosa poetica di Paola Maria Liotta nella sua opera edita da Il Convivio

Il mito come viaggio nell’autocoscienza del singolo, un grimaldello capace di scardinare le narrazioni più viete, sclerotizzatesi nel tempo. È questo lo spirito che innerva Al mutar del vento di Paola Maria Liotta, una riscrittura leggendaria in costante equilibrio tra tradizione e sabotaggio, quasi un pretesto per la messa in scena di alcuni personaggi, finalmente spogliati dei ruoli convenzionali. Il sottotitolo già esplicita l’intento dell’opera: La ‘vera storia’ di Arianna, Teseo e il Minotauro, figurine orfane della loro anima, quasi identiche l’una all’altra nel livellante corso della storia. La lettura di alcune pagine rende evidente la preziosità della prosa, lo stile colto tendente al lirismo, intessuto di nostalgia, tenerezza, frutto di un lavoro minuzioso sulla sintassi, quasi a cercare un ritmo in grado di dire, di fissare gli accenti di una nuova “umanità”. Articolato in tre sezioni (Monologhi in forma di visioni; Dialoghi di vento e di mare; Narrazioni di terra e di cielo), il lavoro presenta tracce di un’antica verità, lentamente smembrata in frammenti di senso, allorché ogni attore svela il proprio punto di vista, riallaccia fili di un racconto ormai sfibrato. Nel finale campeggia lei, Arianna, eroina depurata del ruolo ancillare, capace di andare oltre le apparenze, di soffrire, di amare. Di essere donna reale.

Paola Maria Liotta, Al mutar del vento. La vera storia di Arianna, Teseo e il Minotauro,  Napoli, Il Convivio, 2021

La Redazione

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

In programma dal 10 al 20 novembre la “Tredicesima Edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli”

In programma dal 10 al 20 novembre p.v. la Tredicesima Edizione del “Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli” dal titolo “Persecuted – Vite negate dagli abusi di potere”. Si tratta di un importante appuntamento con un’iniziativa che da ben tredici anni, da Napoli, fa il punto sulla salvaguardia dei dititti umani nel mondo attraverso le opere cinematografiche in concorso e fuori concorso di registi, sceneggiatori e autori provenienti da ogni parte del mondo. Oltre alle proiezioni sono previsti incontri, conferenze, dibattiti, tavole rotonde a tema sui problemi più gravi che afliggono il nostro mondo. Problemi che la pandemia, evento tragico tutto ancora da decifrare e comprendere, come un’enorme lente di ingrandimento ha messo nella più tragica evidenza trattandosi di problemi endemici che da sempre affliggono il pianeta. Il tema dell’edizione di quest’anno, “Persecuted” punta il dito contro gli abusi di potere in nome di una legalità orfana da troppo tempo della Giustizia. E’ possibile vedere le opere in concorso collegandosi su www.cinenapolidiritti.online

Senza dimenticare il volume dedicato alla XII Edizione del Festival edito per i tipi di Cultura e dintorni Editore nella collana “Saggi/Cinema”: “Pandemia: diritti in ginocchio. Parole e immagini dal XII Festival del Cinema dei Dirritti Umani di Napoli”.Per info sul volume scrivere a: redazione@culturaedintorni.it

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Tra Cinema e Letteratura l’intervista al Maestro Alberto Sironi pubblicata sul Numero 23/25 del periodico di informazione culturale “Cultura e dintorni”

Tra Cinema e Letteratura, in un mutuo dialogo da sempre al centro delle nostre disamine come della nostra ricerca, la bella e articolata intervista al Maestro Alberto Sironi pubblicata sul Numero 23/25 del nostro periodico di informazione culturale “Cultura e dintorni”

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La recensione al saggio sul Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli pubblicata sul quotidiano “Il Tempo”

Sulla pagina culturale del quotidiano “Il Tempo” del 17 ottobre u.s. la recensione al saggio edito per i tipi di Cultura e dintorni Editore nella collana Saggi/Cinema “Pandemia: diritti in ginocchio. Parole e immagini dal XII Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli”. Un motivo di orgoglio e di soddisfazione in più per tutti noi per un libro che segnaliamo, in particolare, per il suo grande valore etico e socialePer info sul volume scrivere a: redazione@culturaedintorni.it

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Cultura e dintorni Editore alla Casa del Cinema di Roma

Nella scenografica Casa del Cinema di Roma, rappresentazione plastica di quella superba magia costituita dalla Settima Arte, a discutere e riflettere sul delicato tema dei Diritti Umani messi definitivamente in ginocchio dalla pandemia e dalle pandemie, con il volume edito da Cultura e dintorni Editore “Pandemia: diritti in ginocchio. Parole e immagini dal XII Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli”. Con Elisabetta Pandimiglio, regista, Laura Sudiro, giornalista curatrice del volume, Nico Piro, moderatore inviato speciale Rai, Maurizio Del Bufalo, direttore artistico del Festival.

Un particolare ringraziamento alla Casa del Cinema di Roma, meritoria Istituzione che illumina e affascina la nostra amata città palcoscenico essa stessa di bellezza e di virtù.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il tema della violazione dei Diritti Umani alla Casa del Cinema di Roma

Nonostante le limitazioni imposte dal Covid, e i relativi disagi in termini di posti disponibili, Venerdì 8 ottobre p.v. alle ore 18 presso la Casa del Cinema di Roma ci sarà la presentazione del volume edito per i tipi di Cultura e dintorni Editore “Pandemia: diritti in ginocchio. Parole e immagini dal XII Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli”. All’evento, moderato da Nico Piro, inviato speciale Rai e scrittore, parteciperanno il direttore del Festival, Maurizio Del Bufalo, la curatrice del volume, Laura Sudiro, giornalista e scrittrice, e la regista Elisabetta Pandimiglio. Un’occasione per ricordare l’importanza di un evento che da ben dodici anni, da Napoli, fa il punto sulla sempre più drammatica violazione dei diritti umani nel mondo. Un evento che ci inorgoglisce molto per l’importanza dei temi trattati e per la prestigiosa sede che, come già l’anno scorso prima della pandemia, ci ospiterà in una cornice di assoluta armonia e bellezza ideale per la Settima Arte.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Un clone del testamento di Marco Polo in dono al Museo del Turismo Mondiale di Hangzhou

Lunedì 27 settembre lo splendido Salone Sansoviniano della Biblioteca Nazionale Marciana ha ospitato la Cerimonia di donazione di una ricostruzione scientificamente perfetta del testamento di Marco Polo al World Tourism Alliance, organizzazione non profit con sede in Cina che, con il motto Better Tourism Better World Better Life, raccoglie le più importanti imprese del business turistico internazionale, prestigiose catene alberghiere, centri accademici, organi di informazione, enti di governo e amministrazioni locali, ricercatori e studiosi.

La donazione è un’iniziativa di Ferdinando Santoro, Presidente di Scrinium, organizzazione veneziana da oltre vent’anni impegnata in progetti di valorizzazione e divulgazione del patrimonio documentario, e della dr.ssa Caterina Ying Hong, Presidente pro tempore dell’European Federation of Chinese Tourism e dell’Associazione Italiana per il Turismo Cinese. Le caratteristiche dell’evento hanno una speciale rilevanza simbolica per lo speciale legame storico-culturale e i secolari rapporti che la città di Venezia intrattiene con la Cina. Il dono è infatti un prezioso esemplare dell’opera Ego Marcus Paulo volo et ordino, comprendente uno studio storico-critico e una ricerca paleografica sul testamento di Marco Polo, pergamena del 1324 custodita nella stessa Biblioteca Nazionale Marciana che ha certificato ufficialmente l’intera operazione. Il progetto di studio, realizzato da Scrinium in collaborazione con la Biblioteca, ha consentito anche di ottenere un clone scientificamente conforme in ogni dettaglio del Testamento, documento che all’esame paleografico si è rivelato ricco di informazioni inedite e preziose per la conoscenza di questo straordinario personaggio e della Venezia del suo tempo.
Dopo la cerimonia di consegna virtuale, in collegamento web con la Presidenza del World Tourism Alliance e con numerose rappresentanze del Ministero della Cultura cinese, dell’Ambasciata e del Consolato Cinesi in Italia, l’esemplare dell’opera sarà esposto in una sezione dedicata del nascente World Tourism Museum di Hangzhou, faraonica e futuristica struttura espositiva e congressuale nel cuore della città cinese.Per la parte italiana, oltre ai donatori, interverranno la dott.ssa Rosanna Binacchi, Direttrice del servizio Relazioni Internazionali del Ministero dei Beni e Attività Culturali, il dott. Cristiano Corazzari, Assessore alla Cultura della Regione Veneto, l’arch. Paola Mar, Assessore con delega alla Cultura del Comune di Venezia, l’On. Laura Fincato, ex parlamentare e cittadina onoraria di Suzhou e il dott. Claudio Scarpa, Direttore dell’Associazione Veneziana Albergatori. Il dott. Ferdinando Santoro ha anticipato che questo appuntamento è parte di un vasto programma di contatti istituzionali, partnership strategiche e collaborazioni internazionali di Scrinium con lo scopo di promuovere la conoscenza, la tutela e la valorizzazione dello straordinario e spesso poco conosciuto patrimonio storico-documentario universale.


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Gli otto vincitori del Concorso Internazionale Musica Sacra 2021

Sabato 18 settembre nella Basilica SS. Apostoli in Roma, si è tenuta la finale, in forma di Concerto di Gala del Concorso Internazionale “Musica Sacra 2021”, durante la quale si sono esibiti ventitré cantanti lirici, tra i quali la Giuria ha scelto gli otto vincitori: per la categoria Soprani, la messinese Francesca Mannino e Danai Eleni, per i mezzosoprani Aurora Faggioli ed Ester Ferraro, per i tenori Dongyoul Park e Raffaele Feo, per il basso Giordano Farina e per il basso-baritono il francese Alexandre Baldo.

I Vincitori del Concorso Int. Musica Sacra 2021 con il Direttore Artistico Daniela de Marco e Vincenzo Bocciarelli presentatore della Finale


Ospite d’onore il Vice Governatore della Regione Moravia Slesia della Repubblica Ceca Lukáš Curylo, arrivato appositamente a Roma per sostenere il progetto europeo “Let’s Sing Oratorio Music” di cui il concorso è la selezione ufficiale internazionale. Hanno consegnato i premi gli Ambasciatori presso la Santa Sede S. E. Vaclav Kolaja Ambasciatore della Rep. Ceca, S. E. Jakob Štunf Ambasciatore della Slovenia, S. E. Caroline Weijers Ambasciatore dei Paesi Bassi, l’Ambasciatore della Russia Alexander Avdeev, il Vice Ambasciatore della Slovacchia Sig.ra Petra Frankova, il Primo Consigliere dell’Ambasciata di Armenia in Italia Sig.ra Kristina Mehrabekyan in rappresentanza del Comitato d’Onore del Concorso. Presenti il Consigliere dell’Ambasciata di Grecia Dott.ssa Christina Karagiorga, la Sig.ra Mihaela Raluca dell’Ambasciata di Romania in Italia.
Tra gli ospiti si segnalano inoltre, l’attrice Barbara Di Bartolo e l’attore Howard Ross indimenticabile protagonista di kolossal storici quando Roma era l’Hollywood sul Tevere, le attrici Anna Marcello e Francesca Ceci, Alejandra Matiz figlia di presidente della Fondazione Leo Matiz, Fotografo di Frida Khalo, curatrice di mostre dedicate a Frida Khalo e Diego Rivera in Messico e Colombia, Krizia Moretti vincitrice del titolo nazionale Una ragazza per il cinema 2021, la Contessa Erika Emma Fodre’, il presidente del Centro Europeo del Turismo Giuseppe Lepore,il Presidente del Rotary Club Roma “Foro Italico” Dott. Franco Alfredo Nicoletti, Costanzo Bartolucci che ha lo smoking di Vincenzo Bocciarelli e lo Stylist Filippo Matera.
La serata è stata condotta da Vincenzo Bocciarelli, amatissimo attore teatrale e cinematografico nato alla scuola di Giorgio Strehler, confermato dopo l’ottima performance dello scorso anno e sarà trasmessa in differita da Tele Pace in mondovisione e da Radio Vaticana il 3 ottobre alle 15:30.  
Quest’anno il vulcanico conduttore, mentre la giuria si ritirerà, ha offerto momenti di enorme intensità e il pubblico e i concorrenti con delle simpatiche parentesi durante le quali reciterà delle poesie, dei brani e… il resto sarà una sorpresa.  “Sono felice e onorato – ha dichiarato Bocciarelli – di essere per il secondo anno alla conduzione del Concorso Internazionale Musica Sacra. Assistere allo sbocciare di nuovi giovani talenti, carichi di passione ed entusiasmo nei confronti dell’arte, è profondamente confortante. Significa che nonostante tutto, il mondo legato allo spettacolo di qualità e di prestigio continua a sopravvivere…”
La Giuria del Concorso era formata da:
Gianni Tangucci – Coordinatore Artistico Accademia del Maggio Musicale Fiorentino,
Vincenzo De Vivo – Direttore Artistico Accademia Lirica di Osimo e Direttore Artistico Stagione Lirica Fondazione Teatro Le Muse di Ancona,
Eleonora Pacetti – Direttrice Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma,
Ludek Golat – Regista Lirico e Consulente Teatro di Opava (Rep. Ceca) capofila del progetto europeo Let’ Sing Oratorio Music!,
Fabrizio Da Ros – Direttore d’Orchestra produzioni Let’s Sing Oratorio Music in Rep. Ceca, Italia e Grecia
Nikos Efhtimiadis – Direttore d’Orchestra e Presidente della Federazione Panellenica dei Cori e dei Direttori di Cori, partner del progetto europeo
Daniela de Marco – Fondatore e Direttore Artistico Concorso Internazionale Musica Sacra
Il Direttore Artistico del Concorso Daniela de Marco commenta: “La musica sacra ancora una volta ha dimostrato di saper coinvolgere ed entusiasmare tutti, proponendo dal vivo, sui social ed in streaming contenuti musicali di qualità altissima mai noiosi, mai banali. Tutti i nostri finalisti sono cantanti di enorme talento, i vincitori hanno reso meglio in una finale che –come alle Olimpiadi – ha fotografato la resa di quella serata. Auguro loro tanto successo e fortuna e li invito a continuare ad approfondire questo repertorio che offre enormi possibilità di carriera nei festival di tutto il mondo.”
Il Concorso Internazionale Musica Sacra è la selezione internazionale di “Let’s Sing Oratorio Music!” unico progetto in Europa dedicato a diffondere l’Oratorio Musicale tra bambini e ragazzi della scuola dell’obbligo attraverso un’esperienza formativa e teatrale indimenticabile in cui canteranno in teatro davanti al pubblico.” I primi spettacoli (ritardati a causa della pandemia) si svolgeranno al  Teatro Rendano di Cosenza il 3 e 5 dicembre in cui i ragazzi calabresi scopriranno la magia dell’Oratorio “La Creazione di Haydn, accompagnati dall’Orchestra del Conservatorio S. Giacomantonio della città diretta dal M.° Fabrizio Da Ros
Con il patrocinio di

Infoline: concorsomusicasacra@gmail.com
Informazioni e Streaming su:
https://www.concorsomusicasacra.com/
Seguici su:
https://www.facebook.com/concorsomusicasacra
instagram.com/concorsomusicasacra/

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Importante iniziativa culturale promossa da Cultura e dintorni Editore

La casa editrice Cultura e dintorni organizza i primi Corsi di Scrittura di Critica Letteraria e di Critica Cinematografica. I corsi, articolati in due differenti moduli di critica letteraria e di critica cinematografica, avranno la durata di due mesi per un totale di 16 ore di lezione ciascuno. La finalità di ogni corso sarà la stesura  da parte dei partecipanti di testi di critica letteraria e di critica cinematografica che verranno pubblicati sul periodico di informazione culturale “Cultura e dintorni” e raccolti in volumi editi per i tipi di Cultura e dintorni Editore. Le lezioni si svolgeranno da remoto.

Per info su modalità di iscrizione e costi scrivere a: redazione@culturaedintorni.it

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

In stampa per i tipi di Cultura e dintorni Editore, nella collana Saggi/Cinema, il libro dedicato alla XII Edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli

La copertina del volume “Pandemia: diritti in ginocchio. Parole e immagini dal XII Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli

In stampa per i tipi di Cultura e dintorni Editore, nella collana Saggi/Cinema, il volume “Pandemia: diritti in ginocchio. Parole e immagini dal XII Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli” a cura di Laura Sudiro. Il libro, realizzato ad album, racconta la XII Edizione di un’importante iniziativa che, anno dopo anno, da dodici anni, a e da Napoli, fa il punto sullo stato della salvaguardia dei Diritti Umani nel mondo e lo fa attraverso la Settima Arte con film, documentari, lungometraggi e cortometraggi di registi e sceneggiatori provenienti da ogni parte del globo che con le loro opere in concorso a questo Festival denunciano la violazione dei Diritti Umani nel mondo. L’edizione del 2020, a causa della pandemia, si è svolta da remoto senza però nulla perdere per questo in incisività ed espressività. Un’opera, perciò questa, che vuole essere un compendio, di parole e immagini, il resoconto giornaliero di un evento caratterizzato da un lato dalla proiezione dei film e delle altre opere cinematografiche, dall’altro cadenzato dalle tavole rotonde e dagli interventi significativi di autorevoli esponenti della società civile da Mimmo Lucano, a Gherardo Colombo, ad Alex Zanotelli. Un evento che se pone l’accento su un evento planetario che ovunque ha messo in discussione il rispetto e la salvaguardia dei diritti umani, messi “in ginocchio” appunto, ha al contempo evidenziato come la stessa pandemia sia stata una sorta di cassa di risonanza di problemi endemici che da sempre affliggono il pianeta. Ingiustizie, sperequazioni, violenze, prevaricazioni di ogni sorta che tutti i governi del mondo chiama in causa. Un’opera che se per la nostra casa editrice ha rappresentato un impegno più che gravoso e un enorme sacrificio, risponde all’esigenza che prima di tutto avvertiamo. Quella della testimonianza, del farsi portavoce e compartecipi il più possibile di quelli che non possono che essere drammi collettivi. Alla luce, e pensando anche, di quanto sta avvenendo in questi giorni in Afghanistan.

L’opera, che invitiamo tutti gli appassionati di Cultura e dintorni e non solo a leggere e diffondere, sarà disponibile dalla fine di questo mese nelle librerie Feltrinelli e online su www.culturaedintorni.it (voce “Acquisti”) e su www.ibs.it

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento